Gli ospiti di Passi Paesi Parole

Per chi volesse saperne di più, ecco qualche breve “nota biografica” sugli ospiti che saranno presenti a Passi Paesi Parole fra l’11 e il 20 agosto.

Marco Assandri cammina da dieci anni tra Santiago e Gerusalemme, tra itinerari antichi e selvatico, coltivando l’arte di perdersi e farsi trovare dalla Via. Crede nella ricchezza del gerbido.

Fabio Brivio è andato a piedi a Santiago, Roma e Gerusalemme, imparando che l’unica velocità possibile è «a passo d’uomo». Disegna itinerari, preferibilmente su mappe 1:25.000.

Riccardo Canesi, docente di Geografia all’Istituto «Domenico Zaccagna» di Carrara. Vincitore nel 1984 della prima edizione del Premio «Lunigiana Storica» con la sua tesi su «Tipologia agrarie della Provincia di Massa e Carrara», è stato eletto ala Camera dei Deputati nel 1994, poi è stato Capo della Segreteria del Ministro dell’Ambiente. Ha scritto, fra l’altro, un libro molto divertente (ma al tempo stesso serissimo), dal titolo Mucche allo stato ebraico. Svarioni da un Paese a scarsa cultura geografica, pubblicato da Orme/Tarka. Prendendo spunto anche dal suo libro, parleremo con lui di geografia e paesaggio.

Paolo Ciampi, fiorentino classe ’63, è scrittore e giornalista professionista. Ha lavorato per diverse testate come «Il Giornale» di Indro Montanelli, «Il Manifesto» e «Il Tirreno». Con Pagliai Polistampa ha pubblicato molte opere, tra cui Firenze e i suoi giornali (2002), Gli occhi di Salgari (2003, Premio Castiglioncello), Il poeta e i pirati (2005), Beatrice. Il canto dell’Appennino che conquistò la capitale (2008), Una domenica come le altre (2010), I due viaggiatori. Alla scoperta del mondo con Odoardo Beccari ed Emilio Salgari (2010), Le nuvole del Baltico (2012), La prima corsa del mondo (2012). Dal suo romanzo Un nome (ed. Giuntina, Premio Villa Morosin) è stato tratto il lavoro teatrale Un nome nel vento. Ama parlare di libri e paesi del mondo nel suo blog ilibrisonoviaggi.blogspot.com.

Andrea Greci, nato a Parma nel 1978, è fotografo professionista e giornalista pubblicista. Laureato in Storia dell’Arte presso la facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell’Università di Parma, dopo aver svolto anche attività didattiche e scientifiche in campo storico-artistico, da anni si dedica a tempo pieno a raccontare con immagini e parole le montagne italiane, con un’attenzione costante e privilegiata all’Appennino Tosco-Emiliano e ad alcune zone alpine, in particolare le Dolomiti e la Valle d’Aosta. Ha pubblicato articoli e fotografie sui più importanti periodici italiani del settore («Rivista della Montagna», «Meridiani Montagne», «Montagne 360», «Skialper») e sulla rivista di Slow Food. Dal 2010 collabora con la «Gazzetta di Parma», testata per cui ha scritto ed illustrato oltre cento articoli su alcune zone alpine, sulle valli emiliane ma soprattutto su ogni aspetto dell’Appennino parmense. Maggiori e dettagliate informazioni sul sito http://www.andreagreci.it/contatti.html.

Marta Mancini, laureata in Filosofia presso l’Università di Firenze con una tesi su Max Horkheimer. Si è occupata di formazione manageriale e da alcuni anni ha aperto uno Studio professionale di Consulenza Filosofica. Attualmente è Presidente di Phronesis – Associazione Italiana per la Consulenza Filosofica http://www.phronesis-cf.com/

Marino Magliani nasce in Liguria, in un paesino della Val Prino, in provincia di Imperia, ha vissuto a lungo in Spagna e Sud America e da tempo si è stabilito in Olanda, sul Mare del Nord. Ha tradotto molti autori latinoamericani e scritto romanzi, raccolte di racconti e sceneggiature. L’ultimo suo lavoro è L’esilio dei moscerini danzanti giapponesi. Il suo sito è http://www.marinomagliani.com/

Luciano Pasquali Nato negli anni Cinquanta del Novecento, svolge la professione di chirurgo.
Fondatore della sezione del CAI di Fivizzano ne è stato presidente per 12 anni. A 36 anni la mia prima spedizione alpinistica in Cina ad un settemila, il Muztagh Ata, la seconda vetta più alta del Pamir. In quella occasione la spedizione toccò i 7300 metri. Da allora è stato un crescendo di spedizioni, Nepal più volte, Cina due volte, Mongolia, Tibet Kailash, Tagikistan, Pakistan, Bolivia, Perù, Cile, Marocco. L’ultima spedizione in ordine di tempo ha raggiunto il campo base del Kangenzonga, nel Nepal. Appassionato escursionista non ha dimenticato le nostre montagne scalando tutte le vette delle Alpi Apuane e degli Appennini.

Neri Pollastri si occupa di consulenza filosofica dal 1998 e su questo tema ha pubblicato due libri con Apogeo: Il pensiero e la vita (2004) e Consulente filosofico cercasi (2007). Con Davide Miccione ha pubblicato L’uomo è ciò che pensa (Di Girolamo Editore, 2008). È stato fra i fondatori di Phronesis – Associazione italiana per la consulenza filosofica, di cui è stato per anni Presidente. Oltre che di filosofia, si occupa anche di musica (jazz, in particolare).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *